mercoledì 4 ottobre 2017

GREEN HILL - LA CASSAZIONE CONFERMA LE CONDANNE

Si è conclusa ieri, 3 ottobre, la vicenda giudiziaria di Green Hill. Dopo le condanne di primo e secondo grado, subite dai vertici di Green Hill per i reati commessi sui beagle, cavie da vivisezione, anche la Cassazione si è espressa in maniera chiara, senza lasciare adito a dubbi, sulla colpevolezza di chi ha per anni sfruttato e maltrattato cuccioli, fattrici e riproduttori senza nessuna pietà o compassione per quelle vite brevi, destinate ad essere sacrificate sull'altare della pseudoscienza. Durante le udienze del processo svoltosi a Brescia tra il 2015 e 2016, abbiamo ascoltato e visto cose inenarrabili che superavano in orrore ogni nostra più fervida immaginazione. Sì perchè non vi era limite al male e alla crudeltà che veniva inferta a questi animali, esseri senzienti, soggetti, trattati alla stregua di "prodotti" come se la loro vita non valesse nulla, a parte il denaro che ne potevano ricavare vendendoli come cavie ai laboratori e alle università di tutta Europa.
Fortunatamente fin dai primi cortei del 2010, moltissime persone si sono mobilitate spontaneamente organizzando presidi, banchetti, tavoli informativi ad ogni occasione, richiamando anche l'attenzione dei media nazionali e internazionali.  Questo è ciò che ha fatto anche il nostro Comitato: abbiamo usato la fantasia e la nostra sincera determinazione per contribuire insieme a tutti e a tutte a far chiudere questo lager. La cosa che ci ha emozionato di più è stata la solidarietà dilagante e coinvolgente di chi ha partecipato alla nostra raccolta firme. Non vi è stata Regione d'Italia che non abbia inviato alla nostra casella di posta migliaia e migliaia di firme raccolte con  un buon metodo di lotta: il fai da te. Singole persone o piccoli gruppi di amici o parenti, di ogni età, si sono organizzati raccogliendo le firme  a scuola,  sul posto di lavoro,  tra i vicini di casa e di condominio. Un desiderio spasmodico e sincero di aiutare direttamente con le proprie mani e con il proprio cuore a far chiudere Green Hill. Alla fine furono oltre 229 mila le firme che ricevemmo e che consegnammo personalmente alla XIV Commissione del Senato nel 2012. Uno stimolo in più per noi a continuare fino alla fine, a gioire il giorno del sequestro (18.07.2012) a partecipare alle memorabili giornate degli affidi, a seguire il processo, udienza dopo udienza, con la speranza di una giusta condanna che mano  a mano si trasformava in certezza. Ed è stato così. Una sentenza storica quella di ieri perchè entrerà a far parte della giurisprudenza. La strada per l'abolizione della vivisezione purtroppo è ancora lunga e tortuosa ma noi ne siamo certi, la vivisezione non ha futuro! Segnali di ottimismo arrivano anche dal mondo scientifico dove i metodi sostitutivi alla sperimentazione animale esistono e iniziano a farsi largo e ad acquistare sempre maggiore spessore e valore. Proprio pochi giorno fa, abbiamo consegnato all'ECVAM, oltre 8.000 firme per sottolineare l'importanza di finanziare i metodi sostitutivi e di ridurre le tempistiche per la validazione degli stessi*. Molti ci chiedono come mai dopo la chiusura di Green Hill abbiamo  mantenuto il nome "Montichiari contro Green Hill". E' presto detto, per noi significa  mantenere viva la memoria e il ricordo di ciò che fu quella fabbrica di cani in una società che corre veloce e in cui l'opinione pubblica digerisce le notizie distrattamente ed in fretta e dove il pericolo che ci si dimentichi di certe atrocità è sempre presente. Abbiamo deciso di continuare ad impegnarci per la difesa dei diritti degli animali utilizzando l'esperienza maturata con la battaglia contro Green Hill. Perchè di cose da fare per difendere gli animali sfruttati per trarre profitto o maltrattati per ignobile crudeltà ce ne sono moltissime. Prima fra tutte la sensibilizzazione attraverso la conoscenza, attraverso il racconto della sofferenza e della schiavitù che in ogni istante subiscono miliardi di animali in ogni angolo del Globo. Solo debellando lo sfruttamento degli animali e la crudeltà potremo davvero recuperare la pace e l'armonia con ogni altro essere vivente e dare un senso alla nostra permanenza sul Pianeta Terra.


*http://montichiaricontrogreenhill.blogspot.it/2017/10/petizione-ecvam-la-consegna-delle-firme.html

Ricordiamo che la petizione on line per sostenere la promozione dei metodi sostitutivi alla s.a. è ancora attiva. La trovate qui:
https://secure.avaaz.org/it/petition/ECVAM_JRCECVAMCONTACTeceuropaeu_COMMISSIONE_EUROPEA_ERCEA_Validazione_veloce_e_consistente_metodi_alternativi_alla_SA/?pv=11 



domenica 1 ottobre 2017

PETIZIONE ECVAM - LA CONSEGNA DELLE FIRME


Si è svolta il 29 Settembre la visita al Joint Research Centre della Commissione europea a Ispra (Va) e la consegna , da parte del Comitato Montichiari Contro Green Hill, delle 8120 firme fin'ora raccolte attraverso la  petizione EUROPA PRO-ALTERNATIVE in formato cartaceo e on-line:  https://secure.avaaz.org/it/petition/ECVAM_JRCECVAMCONTACTeceuropaeu_COMMISSIONE_EUROPEA_ERCEA_Validazione_veloce_e_consistente_metodi_alternativi_alla_SA/?pv=11 .
E' stata un' ottima occasione per visitare il centro di ricerca della Commissione europea e in particolare dell’EURL ECVAM (The European Union Reference Laboratory for alternatives to animal testing), l’organo europeo deputato a coordinare e approvare la validazione dei metodi alternativi. In questo incontro con diverse associazioni e visita organizzato e promosso da Eleonora Evi e Marco Zullo eurodeputati del Movimento 5 stelle, che ringraziamo per la sensibilità e l'attenzione su questo importante tema, si è discusso su quanto sia importante per la Ricerca stessa abbandonare al più presto la Sperimentazione Animale.  Durante il confronto con gli esperti del centro sul tema della validazione dei metodi alternativi alla S.A., degli approcci integrati e delle nuove metodologie oggetto di studio, ancora una volta è emerso quanto sia difficile far abbandonare l' utilizzo degli animali nonostante sia un metodo fallimentare e fuorviante.
Le metodologie sostitutive alla Sperimentazione Animale ci sono ed altre sono in corso di validazione. Per questo è importante che l'attenzione e la pressione politica delle persone porti l'EU a incentivare il lavoro di ECVAM  e  come chiesto nella nostra petizione creata con IOSA e Pro-Alternative ancora attiva, se l'Unione Europea si faccesse carico dei costi di validazione dei metodi alternativi favorirebbe i ricercatori  che hanno nuovi metodi da proporre ma non sono sovvenzionati da grandi aziende, assicurando così nuovi metodi e accelerandone la validazione  .







mercoledì 13 settembre 2017

29 SETTEMBRE 2017: CONSEGNA FIRME PETIZIONE ECVAM

Il Comitato Montichiari contro Green Hill, nel 2014, ha promosso un'importante petizione (on line e cartacea) denominata "EUROPA PRO-ALTERNATIVE Per una validazione veloce e consistente dei metodi alternativi alla Sperimentazione animale".
Fino ad oggi abbiamo raccolto oltre 7.000 firme con il cartaceo ai tavoli informativi e soprattutto con la petizione on line.
Le firme sino ad ora raccolte verranno consegnate all' ECVAM, l’organo europeo deputato a coordinare e approvare la validazione dei metodi alternativi, il giorno 29 settembre 2017, in occasione dell'evento  “Metodi alternativi alla sperimentazione animale. I progressi della scienza verso una ricerca etica che non uccide o crea sofferenze” che si terrà presso il Joint Research Centre della Commissione europea a Ispra (Va).

Per chi non l'avesse ancora fatto, qui trovate la petizione on line da firmare oppure vi aspettiamo ai nostri tavoli informativi per la sottoscrizione della versione cartacea: nei prossimi giorni  e precisamente il 16 settembre, saremo presenti a Milano, Macao, via Molise 68, presso la FestAntispecista.

Molti pensano che la vivisezione, questa aberrazione pseudo scientifica, sia finita, travolta e annientata per sempre con il lieto fine di Green Hill, l'allevamento di cani beagle da laboratorio. Invece è più viva  che mai. Nei laboratori e nelle Università (anche italiani) si continua a torturare ed uccidere migliaia di animali ogni anno, di ogni specie: topi, ratti, conigli, cani, scimmie....un triste destino che possiamo e dobbiamo cambiare! La lotta alla vivisezione finirà soltanto quando l'ultima cavia verrà strappata al suo aguzzino!
Non condannare migliaia di animali a subire atroci esperimenti. Non essere complice di queste nefandezze mascherate da "azioni fatte per il bene dell'Umanità". Le uniche cose che persegue chi tortura gli animali sono il proprio prestigio e il proprio interesse. Ci sono molti modi per cercare di sconfiggere questa pratica obsoleta. Uno di questi è chiedere a gran voce all'Ente preposto che venga agevolata e promossa la validazione dei metodi alternativi (meglio ancora, sostitutivi) rispetto al così detto "modello animale". Ormai è risaputo che se si vuole, se vi è una forte volontà,  si può percorrere questa nuova strada. Una strada che ci permetterà di andare avanti e non di tornare indietro. Una strada che ci porta all'empatia, all'etica, al rispetto della vita e, se saremo fortunati, ci porterà finalmente anche a riconoscere che ogni essere vivente ha lo stesso valore e la stessa importanza, senza distinzioni di specie. Siamo tutti frammenti di un unico grande essere, tutti unici e tutti irripetibili.



***

Perché questa petizione è importante
Validazione metodi alternativi alla SA, abbandono modello animale come gold standard,finanziamento alla ricerca:
Secondo la FDA, ente statunitense che si occupa dell’immissione dei farmaci, il 92% delle sostanze che passano i test su animali viene scartato in fase clinica, perché tossico o inefficace sull’uomo.
Inoltre, gli animali falliscono nell'81% dei casi nel rilevare i gravi effetti avversi dei farmaci. La sperimentazione animale dà risultati con reazioni impreviste nei trial clinici sull’uomo, è molto limitata e l’eccessiva fiducia sul suo potenziale può provocare danni alla salute umana, è un modello non predittivo che rallenta o fuorvia la ricerca sulle malattie, conducendo a morte evitabile migliaia di persone, non proteggendo l'uomo da composti nocivi e facendo scartare trattamenti a lui utili. Infatti da dati di farmacovigilanza EU, 197 000 cittadini europei all'anno muoiono per gravi effetti avversi a farmaci, nonostante vengano somministrati agli animali grandi dosi dei farmaci e per lunghi periodi proprio allo scopo di rilevare i potenziali effetti collaterali rari.
Si necessita, quindi, al più presto l'impiego di metodi alternativi alla sperimentazione animale in modo da sopperire a queste necessità. Abbiamo bisogno di un impegno concreto da parte dell'Europa affinché venga fatto tutto il possibile per incentivare la ricerca di metodi alternativi.
Un metodo alternativo, anche efficace, non può essere utilizzato prima di essere validato dall'ECVAM (o da corrispettivi extra-europei), che nella maggior parte dei casi impiega animali come gold standard per comparare il potenziale modello alternativo. Inoltre, il tempo medio di validazione è di un metodo ogni 10 anni, più altri anni per il loro inserimento nelle linee guida. Se ciò non bastasse, un ricercatore che abbia un metodo alternativo maggiormente predittivo dell’animale, deve pagare 5 milioni di euro affinchè la sua scoperta venga sottoposta a validazione. Con tale sistema si perdono tantissimi metodi alternativi attualmente utilizzabili. I metodi alternativi vanno validati testandoli con il miglior metodo disponibile e cioè con meta-analisi retrospettive derivanti da dati conosciuti sull’uomo (validazione retrospettiva). Lo stesso ECVAM ha già approvato nuove metodologie grazie a validazioni retrospettive, e i test clinici, oltre che gli studi di farmacovigilanza, possono dirci molto sulle proprietà che hanno numerosissime molecole sull’essere umano.
A seguito di quanto sopra esposto, io sottoscritto chiedo ai destinatari della presente:
che l’uso del modello animale quale gold standard con cui comparare i nuovi metodi alternativi venga sostituito dall’utilizzo di meta-analisi retrospettive ricavate da dati umani come quelli derivanti da studi clinici e di farmacovigilanza; che venga data priorità ai potenziali sostitutivi rispetto ai metodi che mirano a ridurre la sperimentazione animale; che venga data priorità ai metodi che utilizzano cellule umane e non animali; che venga data priorità ai metodi il cui campo d'azione si estende a più ambiti sperimentali; che venga ridotto il tempo di validazione di un metodo alternativo da 10 anni a 1 anno. Infine chiedo all'UE di finanziare l’ECVAM, assorbendo il costo dell’intero iter di validazione, in modo che sia possibile anche da parte di ricercatori non sovvenzionati da grandi aziende far validare i metodi alternativi da essi scoperti, affinché ne venga accelerata la validazione e assicurata la ricerca di nuovi metodi .

venerdì 8 settembre 2017

Prossimi appuntamenti con il Comitato

Il Comitato Montichiari Contro Green Hill, vi aspetta con un tavolo informativo,libri e materiale sui diritti degli animali presso i seguenti eventi:

FESTA ANTISPECISTA a Milano. La festa si terrà nei giorni 15-16-17 settembre a Macao.

Noi saremo presenti sabato 16 settembre con un tavolo informativo condiviso con la LAC sez. Brescia




*****



FESTA DELLE 100 ASSOCIAZIONI  a Salò domenica 17 settembre 2017



*****

Ringraziamo gli organizzatori delle predette iniziative per lo spazio che gentilmente ci mettono a disposizione e cogliamo l'occasione per ribadire il nostro piccolo ma sincero impegno per gli animali. Perchè informare e sensibilizzare è un lavoro lento ma necessario per un Cambiamento consapevole che favorisca la presa di coscienza della condizione animale e per spronare le persone a prendere posizione, a schierarsi per e con  gli indifesi. Alla base dello sfruttamento animale vi è una profonda e radicata ingiustizia. Spetta a ciascuno di noi raccontarla e contribuire a sconfiggerla.


Festa antispecista, 15-16-17 settembre a Macao, Milano

Riceviamo e inoltriamo:


Festa antispecista, 15-16-17 settembre a Macao, Milano.

Il primo festival sulla LIBERAZIONE ANIMALE a MILANO!
Tre giorni di incontri, concerti, performance, film e installazioni. Da venerdì 15 a domenica 17 SETTEMBRE a Macao.

Arrivato alla sua XII edizione, lo storico Veganch'io cambia nome e si sposta su Milano, dove trova accoglienza nello spazio autogestito di Viale Molise 68. MACAO è a pochi minuti dal centro: si trova davanti alla fermata PORTA VITTORIA del passante ferroviario ed è raggiungibile anche con le linee 90-91, 93, 12, 45, 66. La palazzina liberty, con il suo salone maestoso e il grande giardino, un tempo ospitava la borsa del mattatoio. Lì si concludevano gli affari sulla pelle di chi, poco più indietro, nell'area industriale oggi dismessa, era arrivato sui convogli e aspettava il momento di essere smembrato. A settembre Macao sarà invasa da una marea di corpi festanti e dissenzienti, per costruire insieme un momento di gioia e solidarietà: una dimensione in cui le norme entrino in cortocircuito e si spalanchi la possibilità di una nuova convivenza.

Parleremo di animali che si ribellano, che migrano, che cambiano di sesso. Discuteremo di attivismo e presenteremo nuovi libri. Ci saranno mostre fotografiche, proiezioni e spettacoli teatrali. Il tutto condito da un ricco programma di concerti serali e cibo vegan a prezzi popolari.
Programma completo e altre informazioni sul sito http://festa-antispecista.org/.
La festa è aperta a tutt*. La animeranno i volontari e le volontarie di Oltre la Specie con l'aiuto del collettivo artistico Macao.


---------------------------------------
Oltre la Specie onlus
Associazione antispecista per la liberazione animale

web: http://www.oltrelaspecie.org
facebook: https://www.facebook.com/oltrelaspecie
twitter: http://twitter.com/oltrelaspecie
e-mail: info@oltrelaspecie.org



domenica 27 agosto 2017

IL LEONE SULL'ASFALTO - PROTESTA CONTRO IL CIRCO DI LENO

In questi giorni, a Leno (BS) è arrivato l'ennesimo triste circo con gli animali al seguito. Dopo ore e ore trascorse sui camion, nel traffico agostano, gli animali, stremati e impauriti vengono fatti scendere e sistemati in attesa dello spettacolo. Peccato che la paura e lo stress degli animali non diminuisca affatto, anzi.
Per questo leone il destino ha sorteggiato un parcheggio di nudo asfalto al posto della terra e un groviglio di sbarre al posto di arbusti e alberi. Ma il peggio deve ancora arrivare: dovrà esibirsi in "giochi" tanto stupidi quanto crudeli ed incompatibili con le sue caratteristiche etologiche per la gioia di un pubblico sempre più sordo alla sofferenza (altrui).
Siamo contrari allo sfruttamento degli animali in ogni settore del "vivere civile"; quanto ai circhi da sempre ci battiamo sul territorio locale affinché,  le Amministrazioni Comunali neghino gli attendamenti, o almeno, vengano fatte rispettare le normative vigenti in materia e nello specifico la normativa CITES. Non che sia necessario scomodare il Legislatore per rendersi conto che così, in queste condizioni, un leone (o qualunque altro animale) non può assolutamente stare!
Abbiamo ricevuto in questi giorni numerose segnalazioni di sdegno e di preoccupazione da parte di cittadini e cittadine di Leno e dintorni.
Noi siamo un piccolo comitato spontaneo con pochi mezzi. Ma ci siamo attivati immediatamente chiedendo un intervento alla Forestale sia in prima persona sia incoraggiando i cittadini a fare altrettanto.
Spesso tendiamo a pensare che fare poco sia inutile. Ci sbagliamo: è il fare nulla che è inutile.
Ne è la prova il boom di condivisioni e segnalazioni del post in oggetto: ed è questo, l'unire gli sforzi, che produce risultati e risveglia la nostra dignità!
 Ora la palla passa ai politici, locali e non, affinchè si adottino concrete misure per ostacolare gli attendamenti dei circhi con animali, in  attesa della nuova legge nazionale che metterà al bando, si spera per sempre, questa forma di sfruttamento.
Nel frattempo, se arriva un circo nella vostra città e non sapete cosa fare per aiutare gli animali, vi alleghiamo questo link dove da anni proponiamo una serie di azioni concrete da attivare con serietà e, credeteci, i risultati  piano piano arrivano.
Ringraziamo tutte le persone che quando si organizza un presidio o una protesta via mail ci mettono la faccia. Se un giorno i circhi con gli animali non esisteranno più, il merito sarà anche di ognuno di noi.


DAL COMITATO MONTICHIARI CONTRO GREEN HILL,
CONSIGLI SU COME AGIRE , PER FERMARE I CIRCHI :

https://www.facebook.com/events/464645440335002/?acontext=%7B%22ref%22%3A%22106%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D

articolo di oggi Giornale di Brescia che documenta una crescente sensibilità
Di seguito riportiamo uno stralcio della Commissione Scientifica CITES - LINEE GUIDA PER IL MANTENIMENTO DEGLI ANIMALI NEI CIRCHI E NELLE MOSTRE ITINERANTI
"Grandi felini
Strutture interne Dimensioni: 8 mq per individuo; altezza minima 2,20 m. Deve essere prevista la possibilità di creare settori separati per dividere gli animali a seconda delle gerarchie interne. Le pareti dei caravan devono essere isolate termicamente. Deve esistere la possibilità per gli animali di sottrarsi alla vista del pubblico, così come è opportuno che vengano predisposte delle tavole a differenti altezze affinchè gli animali possano sdraiarsi e arrampicarsi liberamente. Clima: Gli ambienti devono essere protetti dalle correnti d'aria e dall'esposizione diretta del sole. Terreno: Lettiera di paglia, isolata dal freddo, tavole per riposare, pali per lo sfregamento e l'affilatura delle unghie, nonché per la marcatura del territorio e del gioco.
Strutture esterne Dimensioni: Almeno 80 mq per 1-4 individui. Gli animali devono averne libero accesso per almeno otto ore al giorno, anche a turno. Clima: Devono esserci contemporaneamente zone al sole ed in ombra. Terreno: Naturale, con sabbia mista a torba e pezzi di corteccia o altri materiali naturali. Devono essere presenti pali per lo sfregamento e l'affilatura delle unghie, eventualmente anche in posizione eretta, nonché per la marcatura del territorio e del gioco. Inoltre devono essere messi a disposizione oggetti per il gioco (come palloni, oggetti di legno sospesi, ecc..). Per i giaguari deve essere prevista la presenza di tavole su cui riposare anche per 2-3 animali, se questi sono tenuti in gruppo. I giaguari e le tigri hanno inoltre necessità di strutture permanenti per sguazzare nell'acqua e farsi il bagno, se le condizioni climatiche lo permettono. Sempre i giaguari necessitano inoltre di strutture su cui arrampicarsi. Altri fattori Strutture interne ed esterne: Generalmente in caso di temperature esterne sotto i 15 °C tutti gli animali devono avere la possibilità di ritirarsi in ambienti riparati e coibentati.
Spettacoli: Sono da evitarsi gli spettacoli svolti con specie incompatibili, così come l'uso dei cerchi infuocati." [...]

venerdì 21 luglio 2017

Gli abitanti del mare sono solo da ammirare!


E’ arrivata l’estate! Che bello nuotare e giocare in spiaggia con secchiello e retino! I bambini sono tanto felici! I granchi e i paguri un po’ meno. Proviamo a pensare: se ogni bambino e bambina che va in vacanza al mare ogni estate ne cattura anche uno soltanto per giocarci un po’ tra una gelato e una nuotata, a fine stagione saranno migliaia e migliaia gli animaletti morti. E’ triste far soffrire qualcuno per gioco o per curiosità. Basterebbe che le famiglie, la scuola o gli stessi animatori dei vari baby clubs da spiaggia spiegassero ai bambini e alle bambine che la vita va rispettata, anche quella dei granchi e dei paguri (dei pesciolini, delle lumachine ecc). Forse non tutti sanno che l’acqua in cui vengono tenuti prigionieri all’interno dei secchielli , anche se al riparo sotto l’ombrellone o la sdraio, si surriscalda moltissimo e si impoverisce di ossigeno. Così accade che, nella migliore delle ipotesi, quando cioè il granchio o il paguro  sono ancora vivi e vengono ributtati in mare a fine giornata, in realtà moriranno lo stesso per le condizioni estreme in cui sono stati tenuti. Ci sono mille modi per conoscere e amare i tesori preziosi che la Natura ha creato. Insegniamo ai bambini e alle bambine ad osservare e ammirare senza possedere o distruggere. Sarà un modo intelligente per trascorrere le vacanze e per far crescere in loro l’empatia, cioè il sapersi mettere nei panni dell’altro e il capire che non è giusto far soffrire il prossimo.
E’ facile distruggere una vita. Impossibile ricrearla. Ecco perché dobbiamo rispettare ogni essere.




Il nostro prossimo è tutto ciò che vive. (M. Gandhi)

venerdì 19 maggio 2017

VEG REVOLUTION - GIORNATA COMUNITARIA

Il gruppo Veg Revolution, in collaborazione con il Comitato Montichiari contro Green Hill, organizza, domenica 28 maggio, a Castel Goffredo (MN), via Giliani, 14/L una giornata comunitaria.
Dalle 10.00 alle 17.00 circa sarà possibile praticare yoga con Giovanni e partecipare ad un laboratorio di cucina vegan con Sara. 
Sarà un'occasione per approfondire temi che abbracciano persone e animali; empatia e solidarietà come strumenti di Pace e di Giustizia. 

Vi aspettiamo!

Per le iscrizioni  e per ulteriori informazioni: cell 3246142533

NB portare stoviglie (non usa e getta) da casa.

EVENTO FB: https://www.facebook.com/events/1715406328752078/?acontext=%7B%22ref%22%3A%223%22%2C%22ref_newsfeed_story_type%22%3A%22regular%22%2C%22feed_story_type%22%3A%2217%22%2C%22action_history%22%3A%22null%22%7D



domenica 14 maggio 2017

CHIARISSIMA - resoconto dei nostri eventi

Il Comitato Montichiari contro Green Hill, la LAC (Lega Abolizione Caccia - sez. Brescia) e il gruppo VEG Revolution hanno unito le forze, tutti assieme, per proporre ai visitatori del festival Chiarissima - a Chiari BS - due interessanti appuntamenti culturali:

Venerdì 12 maggio con la conferenza del Dott. Massimo Tettamanti sui temi dell'alimentazione e dello sfruttamento animale. Quanto male o quanto bene facciamo al Pianeta? Dipende da ognuno di noi, dalle nostre scelte alimentari ed etiche.
Per chi l'avesse persa, Tettamanti  sarà di nuovo ospite della Veg Revolution il 16 giugno, ore 20.30 a Castiglione delle Stiviere (MN), presso l'ARCI DALLO'. Vi aspettiamo!



Sabato 13 maggio con la proiezione, in anteprima a livello provinciale, del film documentario "Food ReLOVution" del regista Thomas Torelli. Un modo per veicolare messaggi che, per chi è vegan, magari sono ormai acquisiti e naturali, ma che per chi si avvicina per la prima volta o per chi non si è mai fermato a riflettere possono risultare molto stimolanti per una scelta diversa, per una virata verso la rotta giusta: quella del rispetto per la vita di ogni essere senziente. Ammirevoli le parole di Vandana Shiva (autrice di diversi trattati tra cui ricordiamo "Le guerre dell'acqua") che senza mezzi termini pone l'accento sulla necessità di riconsiderare il nostro rapporto con il Pianeta: noi siamo una parte del tutto, insieme agli altri animali.
Non esiste "ben-essere" senza il rispetto per il prossimo, intendendo per tale, secondo gli insegnamenti di Gandhi, tutto ciò che vive. Vorremmo sottolineare, se ve ne fosse la necessità, che non esistono allevamenti felici. Dove lo scopo ultimo è l'uccisione e lo sfruttamento dell'animale, non vi può essere felicità, ma solo ipocrisia. E' giunto il tempo di smetterla di raccontare a noi stessi favole dorate. Guardare in faccia la realtà e rendersi conto della sofferenza inflitta agli animali, giorno dopo giorno, è il primo passo per un vero e sincero Cambiamento. Da questo punto di partenza, ossia il rispetto per la vita, si diramano, di conseguenza, anche altri effetti positivi sia per la nostra salute sia per l'ambiente. Ma nulla vale più della consapevolezza di scegliere di ascoltare il proprio cuore.

La serata è stata allietata da un ottimo buffet bio-vegan-km zero preparato dagli amici della Veg revolution e molto gradito dal folto pubblico presente in sala.

Per noi organizzare questa proiezione e poterla offrire gratuitamente è stato un impegno ma lo abbiamo affrontato proprio in questa ottica: evitare il più possibile che messaggi intelligenti e interessanti siano appannaggio di pochi. Noi vogliamo l'esatto contrario: più persone riusciremo a "contaminare", culturalmente parlando, più i nostri sforzi saranno stati ripagati.

Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato alle nostre iniziative.

Un ringraziamento speciale va agli organizzatori del festival Chiarissima che ci hanno ospitato e ci hanno dato la possibilità di sensibilizzare le persone sui diritti degli animali.

Grazie.












lunedì 8 maggio 2017

COMUNICATO STAMPA

COMITATO MONTICHIARI CONTRO GREEN HILL- LAC (Lega per l'Abolizione della Caccia) - Gruppo VEGREVOLUTION , vi aspettano il 13 maggio p.v. a Chiari, nell'ambito del FESTIVAL CHIARISSIMA con la proiezione del Film FOOD RELOVUTION di Thomas Torelli: Tutto ciò che mangiamo ha una conseguenza. Essere consapevoli di questo, ci aiuta a capire qual è, a capire l'importanza delle nostre scelte quotidiane. A spronarci a compiere azioni basate sulla coerenza, la consapevolezza e l’amore che nasce dal rispetto per la Vita. Il cambiamento che stavamo aspettando inizia con noi stessi. La scelta è la nostra arma più potente, impariamo ad usarla. Solo allora potremo dare un contributo a cambiare il mondo.
Ricordiamo che l'ingresso è libero e che, per chi gradisce, vi sarà un piccolo buffet vegan.
Grazie per l'attenzione e buona giornata

domenica 23 aprile 2017

Cena biovegan pro terremotati - ringraziamenti

Ringraziamo tutti coloro che con un piccolo gesto, ieri sera a Castel Goffredo (MN), hanno donato un aiuto sincero, a chi ha perso tutto con il terremoto, con rispetto verso gli animali che non sono ingredienti ma esseri senzienti proprio come noi. Con il ricavato della cena si contribuirà alla realizzazione di una struttura anti sismica in uno dei paesi distrutti dal terremoto. Il comitato ha colto l'occasione per allestire la mostra itinerante sui diritti degli animali. Crediamo profondamente che un mondo migliore si costruisca con la pace e con la giustizia, partendo da noi stessi e rispettando ogni forma di vita.
L'ottima cena è stata organizzata dalla Veg Revolution in collaborazione con Amministrazione Locale, gruppi di volontariato e sponsor per le materie prime. Una bellissima esperienza di solidarietà all'insegna del rispetto per ogni essere vivente.
Vi aspettiamo ai prossimi appuntamenti!








domenica 9 aprile 2017

VEG REVOLUTION

Sta per iniziare la Veg Revolution primavera / estate 2017.
Il primo appuntamento è all'insegna della solidarietà con le popolazioni colpite dal sisma.
Vi aspettiamo sabato 22 aprile  a Castel Goffredo (MN) per la cena vegan rifiuti zero. Tutto il ricavato verrà devoluto per aiutare gli abitanti di Ancarano (Norcia).

prenotazioni entro il 21 aprile.

evento FB con tutti i dettagli: https://www.facebook.com/events/1871699749757108/




giovedì 16 marzo 2017

13 MAGGIO 2017 PROIEZIONE FILM FOOD RELOVUTION

IL 13 MAGGIO VI ASPETTIAMO a CHIARI (BS)!
 FOOD REVOLUTION IS COMING!

COMITATO MONTICHIARI CONTRO GREEN HILL- LAC (Lega per l'Abolizione della Caccia)-VEGREVOLUTION , Vi aspettano al CHIARISSIMA FESTIVAL con la Proiezione del Film FOOD RELOVUTION di Thomas Torelli :
Tutto ciò che mangiamo ha una conseguenza. Essere consapevoli di questo, ci aiuta a capire qual è, a capire l'importanza delle nostre scelte quotidiane. A spronarci a compiere azioni basate sulla coerenza, la consapevolezza e l’amore che nasce dal rispetto per la Vita. Il cambiamento che stavamo aspettando inizia con noi stessi. La scelta è la nostra arma più potente, impariamo ad usarla. Solo allora potremo dare un contributo a cambiare il mondo.
https://www.youtube.com/watch?v=JnxOIHLcQBM

http://www.chiarissima.com/


evento FB: https://www.facebook.com/events/391421321238779/?active_tab=about


 Da non perdere!

CIRCO AD ASOLA, protesta via mail e via sms

ASOLA (MANTOVA) - PROTESTA CONTRO IL CIRCO CON GLI ANIMALI 
Il circo Harryson si fermerà ad Asola (MN) dal 17 al 26 marzo 2017.
Anche tu, che stai leggendo questo post, puoi fare la differenza! Basta inviare un piccolo SMS! Fai sentire il tuo dissenso! Non abbiamo nulla contro i circhi, ma li vogliamo SENZA animali!
Tra l’altro in aprile, a Montichiari, si esibiranno gli artisti del Cirque du Soleil che non sfrutta gli animali. Suggeriamo di optare per questo spettacolo a chi ama il circo.
*************************************
>>>PROTESTA VIA SMS AL CIRCO
Se anche tu sei d’accordo con noi e vuoi un circo eticamente evoluto senza sfruttamento degli animali, manda un sms a questo numero 393/1725107, riportato sui cartelloni pubblicitari del circo di Harrison, con la frase:
“SI’ AL CIRCO, MA SENZA ANIMALI!”
oppure scrivi una mail a info@circoharryson.net
Se vuoi, puoi personalizzare la frase, ma ti raccomandiamo di non utilizzare frasi offensive o insulti. Le battaglie di civiltà per i diritti degli animali e non solo si vincono con pazienza e intelligenza.
**********************************
>>> PROTESTA VIA MAIL AL COMUNE :
Ad Asola (Mantova) in questi giorni è arrivato il circo Harryson. I loro cartelloni invitano ad andare a divertirsi assistendo a spettacoli che sfruttano gli animali. Spesso le affissioni dei circhi sono ABUSIVE quindi chiediamo ai cittadini più attenti e sensibili di segnalare all’Ufficio Polizia Locale le affissioni sospette e di chiedere di verificare che i titolari del circo abbiano pagato la tassa di affissione. In caso contrario chiediamo la rimozione immediata dei manifesti e pretendiamo che i nostri Comuni facciano pagare le dovute sanzioni a chi infrange le regole! E’ pur sempre un modo per “mettere paletti” ai circhi e far sentire che l’opinione pubblica è stanca di questi tristi spettacoli con animali.
Gli animali al circo non si divertono! Soffrono e vivono situazioni di stress emotivo e fisico sia durante gli spettacoli sia durante gli spostamenti, su camion e nelle gabbie, da una città all’altra. In viaggio verso la tristezza, verso un altro giorno grigio senza libertà, senza vita.

Di seguito trovate indirizzi mail e testo che potrete copiare e incollare. E' importante che ognuno di noi faccia la sua piccola ma indispensabile parte per gli animali!
W IL CIRCO, MA SENZA ANIMALI!

mail a: segretario@comune.asola.mn.it; polizialocale@comune.asola.mn.it

Testo-tipo:
“Egr. Sindaco e Comandante Polizia Municipale,
Le scrivo in merito all'attendamento del Circo Harryson dal 17 al 26 marzo in una serie di spettacoli ad Asola.
Chiedo cortesemente di verificare se il terreno su cui attenda è privato o comunale e se risulta a norma per ospitare un Circo, chiedo inoltre che si verifichi dove vengono scaricati i reflui degli animali, se ci sono fognature adeguate, se le norme di polizia veterinaria e le misure e il contenimento dettate dalle apposite norme sulla detenzione degli animali da circo (CITES) sono integralmente rispettate. Chiedo cortesemente che venga verificato il regolare pagamento della tassa di affissione dei manifesti pubblicitari da parte dei titolari del circo e che in caso contrario i trasgressori vengano sanzionati e i manifesti prontamente rimossi.
Cordialmente,
(NOME e COGNOME)”

************************************
LINK UTILI DI APPROFONDIMENTO:
- Uno dei sempre più numerosi comuni italiani che rifiutano i circhi con animali sul proprio territorio è Livorno: (http://www.comune.livorno.it/_nuovo_notiziario/it/default/25429/Revocata-la-concessione-al-Circo-Medrano.html). Chiedete ai vostri Sindaci e Amministratori di impegnarsi allo stesso modo!
- Leggi le ultime novità legislative e i progressi fatti contro i circhi con animali qui: http://www.corriere.it/cronache/16_marzo_26/stop-animali-circhi-a7eb06ba-f380-11e5-aa73-ceab61eba560.shtml
- http://www.corriere.it/animali/17_febbraio_21/non-solo-barnum-circo-crisi-anche-italia-calo-spettacoli-spettatori-2e1468fa-f851-11e6-b362-d2e82fbd3a4a.shtml
- http://zoelagatta-d.blogautore.repubblica.it/2017/02/23/circhi-con-animali-verso-la-fine-per-estinzione/
- Il punto di vista degli psicologi sugli aspetti diseducativi , per i bambini, del circo con animali:
http://www.informarezzo.com/permalink/16630.html#.UbA5OwM9XOI.facebook
Il circo con gli animali in molte Nazioni è già stato messo al bando. Speriamo che anche l’Italia faccia questa scelta di civiltà al più presto!
>>>
LO SFRUTTAMENTO DEGLI ANIMALI NON E’ NE’ CULTURA NE’ ARTE NE’ TRADIZIONE! VIVA ILCIRCO, MA SENZA ANIMALI!



domenica 5 marzo 2017

IL PRESIDIO DI OGGI A MONTICHIARI

E' terminato poche ore fa il presidio organizzato dal Comitato Montichiari contro Green Hill al  circo di Mosca a Montichiari (BS). Per prima cosa ringraziamo le persone che hanno partecipato dedicando il loro tempo e le loro energie di questa domenica pomeriggio a dare voce a chi non può  difendersi. Gli animali al circo soffrono e vengono ridicolizzati per compiacere il pubblico pagante.  Speriamo che presto questi spettacoli patetici e crudeli saranno messi finalmente al bando anche in Italia. Ma fino a quel momento, quando arriva un circo con gli animali nelle nostre/vostre città mobilitiamoci! Basta poco ma facciamo capire alle Amministrazioni Locali che è giunta l’ora di interpretare il sentire della maggioranza dei Cittadini. Secondo una recente indagine Eurispes (2016) oltre il 70% degli italiani è contrario all’utilizzo degli animali nei circhi. La nostra protesta è pacifica ma determinata e ogni volta che sarà necessario ne faremo altre perché crediamo nei nostri sogni e ci battiamo per realizzarli! Le persone devono iniziare a chiedersi come stanno gli animali nei circhi in genere. Di certo non bene, non fosse altro per il fatto che vivono in cattività e vengono esibiti come pupazzi mentre in realtà sono esseri senzienti che provano paura, dolore, sofferenza, tristezza.  Sappiamo che ci sono circhi in questi giorni anche a Lonato e a Bedizzole. Contattate le Vostre Amministrazioni e fate presente che i circhi con gli animali non hanno più ragion d’essere per una società che si voglia definire civile. Il rispetto per ogni essere senziente è la base della vita e della pace.




LINK UTILI DI APPROFONDIMENTO:
-          Uno dei sempre più numerosi comuni italiani che rifiutano i circhi con animali sul proprio territorio è Livorno: (http://www.comune.livorno.it/_nuovo_notiziario/it/default/25429/Revocata-la-concessione-al-Circo-Medrano.html). Chiedete ai vostri Sindaci e Amministratori di impegnarsi allo stesso modo!

-          Leggi le ultime novità legislative e i progressi fatti contro i circhi con animali qui: http://www.corriere.it/cronache/16_marzo_26/stop-animali-circhi-a7eb06ba-f380-11e5-aa73-ceab61eba560.shtml



-          Il punto di vista degli psicologi sugli aspetti diseducativi , per i bambini, del circo con animali:

lunedì 27 febbraio 2017

ARRIVA IL CIRCO A MONTICHIARI, PROTESTA VIA MAIL, SMS E PRESIDIO IL 5 MARZO

 MONTICHIARI  (BS) - PROTESTA CONTRO IL CIRCO  CON GLI ANIMALI

Il circo di MOSCA si fermerà a Montichiari (BS) dal 3 al 13 marzo 2017.
Anche tu, che stai leggendo questo post, puoi fare la differenza! Basta inviare un piccolo SMS! Fai sentire il tuo dissenso! Non abbiamo nulla contro i circhi, ma li vogliamo SENZA animali!
Tra l’altro in aprile, proprio a Montichiari si esibiranno gli artisti del Cirque du Soleil che non sfrutta gli animali. Suggeriamo di optare per questo spettacolo a chi ama il circo.
*************************************
>>>PROTESTA VIA SMS AL CIRCO
Se anche tu sei d’accordo con noi e vuoi un circo eticamente evoluto senza sfruttamento degli animali, manda un sms a questo numero 347 2267486, riportato  sui cartelloni pubblicitari del circo di Mosca, con la frase:
“SI’ AL CIRCO, MA SENZA ANIMALI!”  
oppure scrivi una mail a   info@circodimosca.it
Se vuoi, puoi personalizzare la frase, ma ti raccomandiamo di non utilizzare frasi offensive o insulti. Le battaglie di civiltà per i diritti degli animali e non solo si vincono con pazienza e intelligenza.
**********************************
>>> PROTESTA VIA MAIL  AL COMUNE :
A Montichiari (BS)  in questi giorni sta arrivando il circo di Mosca. I loro cartelloni invitano ad andare a divertirsi assistendo a spettacoli che sfruttano gli animali. Spesso le affissioni dei circhi sono ABUSIVE quindi chiediamo ai cittadini più attenti e sensibili di segnalare all’Ufficio Polizia Locale le affissioni sospette e di chiedere di verificare che i titolari del circo abbiano pagato la tassa di affissione. In caso contrario chiediamo la rimozione immediata dei manifesti e pretendiamo che i nostri Comuni facciano pagare le dovute sanzioni a chi infrange le regole! E’ pur sempre un modo per “mettere paletti” ai circhi e far sentire che l’opinione pubblica è stanca di questi tristi spettacoli con animali.
Gli animali al circo non si divertono! Soffrono e vivono situazioni di stress emotivo e fisico sia durante gli spettacoli sia durante gli spostamenti, su camion e nelle gabbie, da una città all’altra. In viaggio verso la tristezza, verso un altro giorno grigio senza libertà, senza vita.

Di seguito trovate indirizzi mail e testo che potrete copiare e incollare. E' importante che ognuno di noi faccia la sua piccola ma indispensabile parte per gli animali!
W IL CIRCO, MA SENZA ANIMALI!

Testo-tipo:
“Egr. Sindaco e Comandante Polizia municipale,
Le scrivo in merito all'attendamento del Circo di Mosca  dal 3 al 13 marzo  in una serie di spettacoli  Montichiari.
Chiedo cortesemente di verificare se il terreno su cui attenda è privato o comunale e se risulta a norma per ospitare un Circo, chiedo inoltre che si verifichi dove vengono scaricati i reflui degli animali, se ci sono fognature adeguate, se le norme di polizia veterinaria e le misure e il contenimento dettate dalle apposite norme sulla detenzione degli animali da circo (CITES) sono integralmente rispettate. Chiedo cortesemente che venga verificato il regolare pagamento della tassa di affissione dei manifesti pubblicitari da parte dei titolari del circo e che in caso contrario i trasgressori vengano sanzionati e i manifesti prontamente rimossi.
Cordialmente,
(NOME e COGNOME)”

************************************
LINK UTILI DI APPROFONDIMENTO:
-          Uno dei sempre più numerosi comuni italiani che rifiutano i circhi con animali sul proprio territorio è Livorno: (http://www.comune.livorno.it/_nuovo_notiziario/it/default/25429/Revocata-la-concessione-al-Circo-Medrano.html). Chiedete ai vostri Sindaci e Amministratori di impegnarsi allo stesso modo!
-          Leggi le ultime novità legislative e i progressi fatti contro i circhi con animali qui: http://www.corriere.it/cronache/16_marzo_26/stop-animali-circhi-a7eb06ba-f380-11e5-aa73-ceab61eba560.shtml
-          http://www.corriere.it/animali/17_febbraio_21/non-solo-barnum-circo-crisi-anche-italia-calo-spettacoli-spettatori-2e1468fa-f851-11e6-b362-d2e82fbd3a4a.shtml
-          Il punto di vista degli psicologi sugli aspetti diseducativi , per i bambini, del circo con animali:
http://www.informarezzo.com/permalink/16630.html#.UbA5OwM9XOI.facebook

Il circo con gli animali in molte Nazioni è già stato messo al bando. Speriamo che anche l’Italia faccia questa scelta di civiltà al più presto!
>>> 
PRESIDIO A MONTICHIARI (bs)
DOMENICA 05 MARZO 2017
DALLE ORE 15.30 ALLE 17.00
PRESSO IL CENTRO FIERA

Vi aspettiamo per dare voce a chi non può difendersi.

LO SFRUTTAMENTO DEGLI ANIMALI NON E’ NE’ CULTURA NE’ ARTE NE’ TRADIZIONE! VIVA ILCIRCO, MA SENZA ANIMALI!


mercoledì 11 gennaio 2017

VEG REVOLUTION - PROSSIMI APPUNTAMENTI

Il Comitato Montichiari contro Green Hill, vi invita ai prossimi appuntamenti organizzati dalla VEG REVOLUTION:

Sabato 21 gennaio dalle ore 18:30 e Sabato 18 febbraio dalle ore 18:30 presso Cascina Basalganella, a Ceresara (MN)

per due interessanti laboratori di DOLCI, CIBI FERMENTATI, E ALTERNATIVE VEGETALI AI FORMAGGI con degustazione.

Costo di un incontro 12 €; costo di due incontri 20 €.

per info e prenotazioni: Chris  347-9302215

evento FB: https://www.facebook.com/events/1254360484651796/?active_tab=about