lunedì 13 ottobre 2014

RASSEGNA STAMPA 11.10.2014 FERRARA #NOSTABULARIO

QUI trovate la nostra petizione per una validazione veloce dei metodi alternativi alla s.a. rivolta all' ECVAM (che è il Centro Europeo per la Validazione dei Metodi Alternativi):



Firmate e fate girare per favore!

Sabato 11.10.2014, oltre mille persone hanno sfilato in corteo a Ferrara per dire NO alla VIVISEZIONE e per chiedere che vengano incentivati i metodi sostitutivi rispetto al modello animale.

L’Università di Ferrara, non ha perso un attimo di tempo e ha subito sottolineato come non esistano metodi alternativi alla sperimentazione sugli animali.

Dato che l'Università è (o dovrebbe essere) il tempio del Sapere, consigliamo vivamente ai ricercatori e ai docenti, che ancora si ostinano a torturare gli animali nei loro asettici laboratori, di informarsi e di stare al passo con i tempi. 


E' ora che la scienza si evolva eticamente e che rispetti animali e pazienti, spesso essi stessi inconsapevoli cavie! 

BASTA VIVISEZIONE! 

qui la rassegna stampa:

http://richiamo-della-foresta.blogautore.repubblica.it/2014/10/10/contro-la-vivisezione-a-ferrara/

http://www.estense.com/?p=414663

http://www.telestense.it/unife-sulla-sperimentazione-animale-non-esistono-metodi-alternativi-1011.html

http://lanuovaferrara.gelocal.it/ferrara/cronaca/2014/10/12/news/un-migliaio-in-corteo-per-urlare-no-alla-vivisezione-1.10106168



qui l'articolo sul 9^ congresso mondiale sui metodi alternativi alla s.a.:
http://animalrepublic.it/2014/08/a-praga-il-9-congresso-mondiale-sulle-alternative-alla-sperimentazione-animale-nelle-scienze/




1 commento:

  1. http://www.repubblica.it/salute/ricerca/2014/10/13/news/svolta_in_ricerca_su_alzheimer_cellule_malate_in_provetta-98004899/
    Fino ad ora si sono utilizzati topi per selezionare molecole da avviare alla sperimentazione sui malati.
    Ma nessuno dei venti farmaci miracolosi nei topi ha aumentato la sopravvivenza dei malati. D'ora in poi non si procederà più così a tentoni !Svolta nella ricerca sull'Alzheimer: create cellule 'malate' in provetta
    Un modello di cervello umano in vitro.
    A partire da staminali di embrioni umani è stato creato un microcervello malato di Alzheimer, moltiplicato in molti esemplari, e si andrà a verificare l'azione di 1.200 farmaci già in uso e di altri 5000 che si stavano selezionando sui topi per poi avviare i più promettenti alla sperimentazione umana. Le risposte arriveranno in un mese.

    RispondiElimina